Che cos'è la FSE

HOME > FSE

Che cos’è la FIRE SAFETY ENGINEERING?

La FIRE SAFETY ENGINEERING (FSE) è una  disciplina per lo studio e la progettazione in materia di Antincendio. Si avvale di complessi calcoli matematici per produrre un’analisi PRESTAZIONALE per i Progetti di Prevenzione Incendi. Ma cosa si intende per Analisi Prestazionale? Ci sono due modi di intendere l'analisi PRESTAZIONALE:

  1. L’analisi della prestazione di un possibile incendio all’interno di una ambiente oggetto del nostro progetto;
  2. L’analisi della prestazione di una o più strategie antincendio che  dobbiamo attuare per attenuare il livello di rischio.

Abbiamo detto che la FSE, si avvale di complessi calcoli matematici ma per poter essere eseguiti si ricorre all'uso di software per fornire al progettista dei risultati che gli consentono di capire come si evolve l'incendio qualora dovesse verificarsi. In pratica si simula un incendio attraverso i computer.

 

Quando abbiamo bisogno di applicare la FIRE SAFETY ENGINEERING?

Le norme che regolano la Progettazione Antincendio in Italia prevedono per lo più un approccio PRESCRITTIVO che consente di progettare le strategie antincendio avvalendosi di dati di tipo tabellare: per esempio per calcolare la resistenza al fuoco delle strutture con il metodo PRESCRITTIVO è necessario calcolare il carico d’incendio specifico per unità di area del compartimento ovvero la quantità di energia che potrebbe sprigionare il combustibile presente nel compartimento. I dati tabellari presenti negli allegati tecnici delle normative prevedono vari livelli di resistenza al fuoco a seconda dei valori di carico d’incedio; più alto è il carico d’incendio specifico maggiore deve essere il tempo di resistenza al fuoco dei muri del compartimento. Ma questo tipo di analisi potrebbe rivelarsi non accurata o troppo generalizzata. È come se cercassimo di prevedere le prestazioni di un automobile dalla quantità di carburante che può contenere il suo serbatoio.

L’analisi prestazionale fatta con la FIRE SAFETY ENGINEERING ha il vantaggio di essere più accurata e più specifica per il singolo progetto ma ha lo svantaggio che può essere applicata solo caso per caso. Gli edifici moderni tendono essere sempre più complessi rispetto al passato, di conseguenza le misure antincedio progettate con il metodo prescrittivo potrebbero rivelarsi un ostacolo dal punto di vista architettonico e funzionale della struttura stessa, come per esempio, le eccessive compartimentazioni nei centri commerciali. La FSE in questi casi risulta essere una soluzione che il progettista non può ignorare.

L’introduzione del D.M. Del 3.8.2015 chiamato “Codice di Prevenzione Incendi” ha introdotto la FIRE SAFETY ENGINEERING come metodo alternativo per la Progettazione Antincendio. Oggi il progettista può decidere se seguire il metodo PRESCRITTIVO o il metodo ingegneristico, ovvero l'analisi prestazionale mediante la FSE. INC Ambiente e Territorio ha intravisto già nel lontano 2006 la possibilità di introdurre la FSE come il futuro della Prevenzione Incendi in Italia, pertanto nel 2015 in collaborazione con altri Studi di Ingegneria che fanno Progetti Antincendio ha dato vita ad un consorzio chiamato FSE Italia Scarl che fornisce un servizio di supporto agli stessi consorziati per poter sviluppare progetti di Fire Safety Engineering.